I migliori punti panoramici di Roma: 15 luoghi da cui ammirare la città

20 mins read
ragazza con abito rosso legge un libro su una terrazza panoramica a Roma

I punti panoramici a Roma sono infiniti. Luoghi speciali da cui ammirare la città dall’alto e magari anche scattare fotografie memorabili della Città Eterna.
Grazie alla sua conformazione Roma offre, all’interno del centro cittadino, svariate alture che permettono, a chi la visita, di godere di meravigliose vedute. La città antica fu costruita sui sette colli: l’Aventino, il Campidoglio, il Palatino, il Quirinale, il Viminale, l’Esquilino e il Celio.  L’espansione dell’urbe nei secoli successivi, ha fatto sì che oggi Roma comprenda anche altri colli come il Gianicolo, il Vaticano, il Pincio.
Oltre ai classici luoghi conosciuti dalla maggior parte delle persone da cui si può ammirare Roma, ce ne sono tanti altri da scoprire ed esplorare. Ve li svelo tutti qui di seguito.

Quali sono i migliori punti panoramici di Roma?

  1. Terrazza del Gianicolo
  2. Terrazza Caffarelli
  3. Terrazza del Pincio
  4. Piazzale Socrate
  5. Zodiaco
  6. Belvedere a via di Monte Tarpeo
  7. Terrazza di Castel Sant’Angelo
  8. Cupola di San Pietro
  9. Giardino degli Aranci
  10. Roseto Comunale
  11. Monte Ciocci
  12. Terrazza del Vittoriano
  13. Terrazza del Quirinale
  14. Trinità dei Monti
  15. Horti Farnesiani
  16. Altri punti panoramici a Roma

Terrazza del Gianicolo

Tra i più bei punti panoramici di Roma c’è sicuramente il Gianicolo. Una volta giunti a Piazzale Garibaldi, vi troverete sopra al rione Trastevere e davanti a voi avrete l’intero centro storico. Da qui si possono scorgere le silhouette dei maggiori monumenti della città come il Vittoriano e il Pantheon e le cupole di diverse chiese.
Per raggiungere la terrazza potete fare la bellissima passeggiata del Gianicolo che da Trastevere porta fino al Vaticano. Lungo questa via incontrerete altri punti panoramici, come quello che si trova di fronte alla Fontana dell’Acqua Paola o quello del Muro della Costituzione della Repubblica Romana.

San Valentino a Roma: panorama e due ragazzi che ammirano la vista
Se vi recate alla terrazza del Gianicolo poco prima delle 12 assisterete anche allo sparo del cannone, che ogni giorno spara un colpo a salve a mezzogiorno in punto.

Terrazza Caffarelli

In pochi sanno che i famosissimi Musei Capitolini che si trovano sul Campidoglio, nascondono un terrazzo panoramico di libero accesso. Senza dover passare per la biglietteria del museo, cercate l’entrata laterale del museo, su piazzale Caffarelli. Salite la ripida scalinata per raggiungere il bar del museo e il suo terrazzo.
Da qui ammirerete il Teatro di Marcello che si trova a poche centinaia di metri di distanza, scorgerete la cupola quadrata della Sinagoga, in lontananza riuscirete anche a vedere l’inconfondibile cupola della chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza e poco lontano quella del Pantheon.

punti panoramici a Roma

Terrazza del Pincio

La terrazza del Pincio segna il confine ad ovest di Villa Borghese e si trova proprio sopra Piazza del Popolo. Da qui infatti una scalinata vi porterà proprio in cima al terrazzo da cui vedrete la bellissima piazza dall’alto. Davanti a voi ammirerete l’obelisco Flaminio alto 25 metri che risale al 1300 a.C. Fu realizzato in Egitto e portato a Roma dall’Imperatore Ottaviano Augusto nel 10 a.C. Proprio dietro all’obelisco vedrete la lunga Via Cola di Rienzo. Sulla sinistra la cupola di San Pietro e, più vicino a voi le due cupole gemelle di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli.

Cosa vedere a Roma gratis: vista panoramica dalla terrazza del Pincio

La terrazza del Pincio rappresenta uno dei punti panoramici di Roma più amati da turisti e cittadini, soprattutto per la sua posizione centrale, facile da raggiungere e per la sua vicinanza a Villa Borghese, uno dei più bei parchi di Roma.
All’interno della villa, oltre a fare lunghe passeggiate rilassanti, ci sono moltissime altre attività che potrebbero interessarvi. Ci sono le aree gioco per i bambini, il laghetto con le barche a remi, i musei tra cui Galleria Borghese e la possibilità di noleggiare i risciò e le biciclette.

Piazzale Socrate

Dovrete raggiungere il quartiere Trionfale, a Roma nord, per scoprire uno dei luoghi panoramici della città più nascosti e segreti. Siete in un quartiere residenziale, fuori dal centro storico e nei dintorni non troverete molto altro da visitare. Però la vista da questo piccolo piazzale è magica e inedita: davanti a voi le case del quartiere Prati e la grande cupola di San Pietro che da qui sembrerà incredibilmente vicina.

Roma segreta: luoghi panoramici piazzale socrate con vista sul vaticano

Il modo migliore per raggiungere Piazzale Socrate è con la macchina. In alternativa con i mezzi pubblici, potete raggiungere la vicina via delle Medaglie d’Oro e proseguire poi a piedi per circa 10 minuti.

Zodiaco

Monte Mario è un’altura che, con i suoi 139 metri di altezza, rappresenta la parte più alta della città e proprio per questo motivo è considerato un punto panoramico privilegiato. In particolare, il luogo dove dovete recarvi si trova in prossimità di viale del Parco Mellini dove c’è il cosiddetto “Zodiaco”. Questo particolare nome deriva da un ristorante che aveva questo nome e che si trovava proprio su questa terrazza panoramica. Il ristorante oggi non esiste più, ma la vista spettacolare è sempre lì.
Da quassù scorgerete il Ponte della Musica, il quartieri Flaminio e Prati, in lontananza i Colli Albani, i Monti Tiburtini e Prenestini.

vista panoramica su Roma

Monte Mario è anche il luogo dove si trova l’Osservatorio Astronomico di Roma al cui interno c’è la torre per l’osservazione solare più grande d’Europa. Con i suoi 34 metri d’altezza rappresenta il punto più alto di Roma.

Monte Tarpeo

Uno dei luoghi più suggestivi di Roma è il belvedere di via Monte Tarpeo, che affaccia direttamente sul Foro Romano. Si trova dietro Piazza del Campidoglio e spesso sfugge all’attenzione del turista che visita la piazza e magari i Musei Capitolini e non sa che, percorrendo la strada a lato del palazzo comunale, si arriva a questo belvedere dalla vista spettacolare.

Castel Sant’Angelo

Tra i monumenti più celebri che vi consiglio di visitare a Roma c’è sicuramente Castel Sant’Angelo. Questa costruzione ha una storia davvero affascinante: costruito nel 135 come mausoleo funebre dell’imperatore Adriano (infatti viene anche chiamata la Mole Adriana), nei secoli successivi diventa fortezza, carcere, residenza papale, caserma ed infine museo.
Una curiosità che riguarda Castel Sant’Angelo è il fatto che sia collegato direttamente al Vaticano da un passaggio sopraelevato chiamato Passetto di Borgo, che in passato permetteva al Papa di fuggire in caso di necessità, rifugiandosi nel castello.

Visitando il castello, ad un certo punto raggiungerete il terrazzo che si trova sul tetto dell’edificio. Uno dei punti panoramici più speciali della capitale, che si trova proprio in prossimità del Tevere e regala una bella vista sul fiume, su Ponte Sant’Angelo e sulla vicina Basilica di San Pietro.

Cupola di San Pietro

C’è chi sostiene che nel più bel panorama della città di Roma, non possa mancare la silhouette della Cupola di San Pietro. La verità è che, proprio dal Cupolone, si gode di una vista incredibile!
Arrivare in cima vi costerà un po’ di fatica: la salita conta 551 gradini. Alla biglietteria potrete scegliere se percorrere l’intero percorso a piedi oppure fare il biglietto per l’ascensore che vi farà risparmiare circa 200 gradini. Ma i restanti 320 li dovrete ugualmente fare a piedi.

Il passaggio che porta in cima alla cupola è molto stretto, dunque è sconsigliato a chi soffre di claustrofobia e dato il numero di gradini, anche a chi ha problemi respiratori.

Giardino degli Aranci

Dirigetevi sul colle Aventino. Una volta arrivati, varcate la soglia del Giardino degli Aranci, un piccolo parco costellato di alberi d’arancio, divenuto ormai famoso per essere uno dei luoghi più romantici della città. In fondo al giardino, incorniciato dagli alti pini romani, trovate il terrazzo, che regala una vista spettacolare su Roma. Davanti a voi la Cupola di San Pietro, Trastevere, il Vittoriano.

due ragazze davanti alla cupola di san pietro a roma

Il giardino apre alle 7 del mattino e chiude alle 18. Nei dintorni avrete molte altre cose da vedere, come la Basilica di Santa Sabina e il particolare Buco della Serratura, da cui sbirciare per vedere una particolare veduta di Roma.
In generale l’Aventino è un luogo particolarmente bello e tranquillo. Consiglio una breve passeggiata per le vie residenziali, specialmente in primavera, quando gli alberi sono in fiore e regalano un’atmosfera davvero suggestiva.

Roseto Comunale

Continuiamo il giro del colle Aventino. Oltre al Giardino degli Aranci, da queste parti potete visitare anche il Roseto Comunale. Questo particolare luogo è aperto solo per alcuni periodi all’anno, nello specifico durante la fioritura delle rose estiva ed autunnale.
E’ considerato uno dei roseti più belli al mondo proprio per la vista che regala sui resti archeologici del Palatino da un lato e fino a Monte Mario dall’altro. In particolare dalla sua parte alta, ammirerete delle bellissime vedute.

Panorama dal Roseto comunale di Roma

Il Roseto Comunale apre ogni anno come da tradizione il 21 aprile e rimane accessibile al pubblico fino alla fine di giugno. In autunno c’è un altro periodo di apertura che dipende ogni anno dal momento della fioritura.

Leggi anche: Come e quando visitare il Roseto Comunale di Roma.

Monte Ciocci

Tra il Vaticano e Monte Mario c’è una collina su cui si trova una grande area verde che è il Parco di Monte Ciocci. Passeggiando lungo i sentieri del parco ammirerete un panorama eccezionale su quasi tutta la città, in particolare sulla Cupola di San Pietro che si vede perfettamente dalla terrazza panoramica del parco.
Sul muretto della terrazza svetta ormai famosissima la frase scritta con la pittura bianca “Ma dimme quante volte hai visto il cielo sopra Roma e hai detto quant’è bello…viettelo a vedè dall’alto”.

All’interno del parco c’è anche una pista ciclabile lunga 5 km che collega Monte Ciocci a Monte Mario.

Terrazza del Vittoriano

Il mio punto panoramico preferito a Roma è sicuramente la terrazza del Vittoriano. Questo è un luogo dove continuo a ritornare perché la vista da quassù è veramente impagabile. Se non lo sapete, il Vittoriano o Altare della Patria, è quell’enorme monumento bianco che si trova a Piazza Venezia, che svetta imponente tra i resti della Roma antica.

E’ considerato uno dei simboli della patria in tutta Italia poiché è stato concepito e costruito per celebrare l’unità d’Italia. Proprio per questo motivo è anche la sede di alcune delle più importanti celebrazioni annuali come la festa della Liberazione del 25 aprile e la festa della Repubblica il 2 giugno.

San Valentino a Roma due ragazzi guardano il tramonto da un punto panoramico della città

L’accesso al monumento è gratuito, potete salire liberamente le sue ampie scalinate fino a raggiungere la prima terrazza, da cui avrete un’ottima visuale di ciò che vi circonda.  Bisogna dire però che il panorama più spettacolare si ha dalla cima del monumento a cui si accede invece tramite l’ascensore a pagamento. Da tenere presente però che il biglietto è valido per 7 giorni e da accesso anche al Museo del Risorgimento e a Palazzo Venezia.

Una volta in cima, vi assicuro che non vi pentirete di aver acquistato il biglietto: la vista sulla città a 360 gradi lascia davvero senza parole. Se poi ci venite al tramonto, Roma rapirà il vostro cuore per sempre.

Terrazza del Quirinale

Uno dei famosi setti colli di Roma è proprio il Quirinale dove in antichità sorgeva il tempio di Quirino che ha dato il nome a questo luogo. Proprio alle pendici del colle si trova un dedalo di vicoletti molto suggestivi che nascondono tra le altre meraviglie anche la Fontana di Trevi. Sulla sommità del colle c’è un’enorme piazzale delimitato da un lato dal palazzo del Quirinale, dove ha sede la presidenza della Repubblica, e dall’altro dalle Scuderie del Quirinale, che oggi ospitano un importante museo.

La vista dalla balaustra in fondo alla piazza e fenomenale e spazia sui tetti della città da cui si vedono svettare alcuni famosi monumenti. Potete godervi ancor di più il panorama, entrando al museo delle Scuderie e recandovi al terzo piano dove ci sono delle vetrate che vi regaleranno una vista ancor più piacevole.

Trinità dei Monti

Uno dei migliori punti panoramici a Roma che si colloca nel cuore della capitale. Trinità dei Monti si trova in cima alla scalinata di Piazza di Spagna, ma si può anche raggiungere facilmente da via Sistina oppure da Villa Borghese dal lato del Pincio.

Da qui avrete un panorama niente male sulla scalinata della piazza e sui tetti del centro storico, con degli scorci di notevole bellezza sulle vie circostanti. Se ci capitate tra aprile e maggio, sarà bellissimo ammirare la scalinata ricolma delle azalee che ogni anno vengono posizionate lungo i gradini durante la primavera.

Horti Farnesiani

La parte settentrionale del colle Palatino è occupata dagli Orti Farnesiani, ovvero gli orti botanici progettati dal Cardinale Alessandro Farnese nel 1550. In quell’anno, il cardinale, acquisì la Domus Tiberiana che si trova sul colle, trasformandola in una residenza estiva e ridando vita ai meravigliosi giardini a terrazzamento.
Nella parte più alta si trova il belvedere che permette di ammirare il foro romano dall’alto da un incredibile punto di vista. Si tratta di un luogo di rara bellezza soprattuto per la particolarità di unire lo stile classico delle costruzioni romane con quello rinascimentale del Cinquecento.
E’ possibile visitare gli Horti Farnesiani acquistando il biglietto di ingresso al Colosseo che comprende anche la visita ai Fori Imperiali, al Foro Romano e al Palatino.

Altri punti panoramici di Roma

La scoperta dei punti panoramici da cui vedere Roma dall’alto è pressoché senza fine. Mentre passeggiate per la città eterna sono certa che, quando meno ve lo aspettate, ve ne troverete davanti di meravigliosi. Prima di lasciarvi alle vostre esplorazioni, ve ne segnalo ancora alcuni.

I tetti di alcuni edifici offrono delle viste davvero speciali. Per esempio a Palazzo Venezia, in genere durante il periodo primaverile ed estivo, organizzano delle speciali visite sul tetto dell’edificio. La vista sul vicino Vittoriano, sulla cupola della Chiesa del Gesù e sul palazzo dell’Inail sono spettacolari.

Anche la Biblioteca Hertziana ha un terrazzo la cui vista è unica ed ineguagliabile. La visita si snoda lungo la parte antica e quella moderna del palazzo fino ad arrivare sul tetto che regala un panorama magnifico dall’alto di Trinità dei Monti.

Un altro luogo da visitare quando vi capita l’occasione durante le aperture speciali è la Porta del Popolo, l’imponente ingresso che si trova alla fine di via Flaminia che da accesso a Piazza del Popolo. Probabilmente non sapete che al suo interno ci sono alcuni uffici della Sovrintendenza e che sul tetto della porta c’è un terrazzo che domina la piazza e da cui si ammira la bellezza simmetrica del tridente.

Visitando invece Palazzo Braschi, sede del Museo di Roma, dovrete arrivare all’ultimo piano del percorso espositivo ed affacciarvi alle finestre, per contemplare la bellezza di Piazza Navona e dei palazzi circostanti dall’alto.

Se ti piace questo articolo, condividilo!

Leggi anche: 60 cose da vedere a Roma, Cosa fare a Roma gratis, Cosa fare a Roma a San Valentino

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Story

Poltrona Frau a Roma: lo spazio dedicato nel negozio Frattali

Next Story

Colazione a Roma: 20 bar da provare!

Ultimi articoli

error: Content is protected !!
Send this to a friend