Una passeggiata nel rione San Saba con @dulceluna

A Roma esiste un piccolo rione chiamato San Saba. E’ una zona poco frequentata dai turisti, molto tranquilla, che si trova a pochi passi dalle Terme di Caracalla e dal Circo Massimo. Io di questo posto, devo ammettere, so poco. Roma è grande e anche se ormai vivo qui da tanti anni, ci sono delle zone che ancora non ho esplorato. Oggi ospito sul mio blog Cristina Ciferri (@dulceluna) che con il suo racconto e le sue foto ci porterà nel cuore di questo rione di Roma. Adesso, dopo aver letto le sue parole, non vedo l’ora di fare un giro per le strade di San Saba.
Ps. se anche tu vuoi raccontare qualcosa della tua città o di un tuo viaggio, scopri come fare qui partecipa!.


Il rione San Saba

C’è un piccolo paese nel cuore di Roma che è San Saba, uno dei ventidue rioni del centro storico, probabilmente uno dei meno noti, quasi sicuramente uno dei più tranquilli. 

Il rione di San Saba a Roma

San Saba sembra davvero un paese che basta a se stesso, con la sua chiesa (la Basilica che ha dato il nome al Rione) con il mercato del mattino, la scuola, il teatro, il bar, un ristorante e pochi negozi.

Si arriva a San Saba da più parti: si può scegliere di percorrere la via omonima da Viale Aventino e arrivare nel cuore del quartiere, Piazza Bernini. Io solitamente preferisco arrivare dalla Piramide Cestia, percorrendo in salita Viale Giotto: dopo una bella passeggiata che fiancheggia le Mura Aureliane, si arriva allo spettacolo delle Terme di Caracalla viste dall’alto.
Se la vista non interessa si può scegliere, da Viale Giotto, una delle scalinate che portano in cima al “Piccolo Aventino”, che è l’altro nome con cui è noto il quartiere, per la sua vicinanza con il più famoso colle.

San Saba è un’oasi di pace che ci riunisce attorno a Piazza Bernini. Si estende su poche strade caratterizzate da caseggiati bassi, piccoli giardini, scalinate più o meno ripide e tanti gatti che dormono beatamente sui marciapiedi. Nei cortili ci sono panchine, vasi di fiori, il bucato steso all’aria e pochissima gente.

Il rione di San Saba a Roma

Quando le case vennero costruite, negli anni Venti, si scelsero i colori della Basilica e delle Mura, perché il nuovo lotto fosse in armonia con quanto c’era già. Quell’armonia tanto ricercata sembra vivere ancora in questo spazio quieto, rilassato, dove i pochi turisti e visitatori vengono “scoperti” subito, perché qui tutti si conoscono e si riconoscono.

Il rione di San Saba a Roma

Il Rione è uno di quelli che consiglio agli amici in visita a Roma, specificando di non aspettarsi monumenti o luoghi di incomparabile bellezza, ma un luogo diverso, dove respirare un po’ di pace e di silenzio. Dove ritrovare quell’aria che Roma deve aver avuto in un tempo che sembra ormai lontano.


Testo e foto di Cristina Ciferri

I link di Cristina:
Blog Il Blog della Libellula
Instagram @dulceluna