L’Italia dall’alto: 7 luoghi da cui ammirare 7 città

Se mi seguite su Instagram o se avere letto un po’ dei miei post qui sul blog, certamente vi ricorderete di quante volte io abbia espresso il mio amore per i panorami dall’alto. Mi piace incredibilmente salire sul punto più alto di una città e guardare le distese di case, le strade che si intrecciano creando forme geometriche, le persone che camminano e le macchine che si muovono in modo apparentemente casuale. Soprattutto quando mi trovo in un luogo sconosciuto, cerco di farmi un’idea del posto in cui mi trovo guardandolo dall’alto, capire la sua grandezza e la sua forma. Per questo quando mi ritrovo ad esplorare una città per prima cosa cerco di scoprire se ci sono torri, campanili o luoghi panoramici visitabili e quanto prima vado a vederli. Questa è una piccola collezione di alcuni dei miei luoghi preferiti per scoprire l’Italia dall’alto: 7 luoghi speciali per ammirare 7 città dall’alto.

Roma: Cupola di San Pietro

Iniziamo dalla mia città: Roma. Qui c’è solo l’imbarazzo della scelta, i luoghi da cui ammirare Roma dall’alto sono tanti e tutti stupendi. Ma secondo me uno fra tutti è più spettacolare degli altri e si tratta della Cupola di San Pietro. Salire in cima alla cupola non è sempre facilissimo: probabilmente vi imbatterete in lunghe file di turisti che aspettano il loro turno per entrare. Il mio consiglio è di preferire l’orario di apertura e per quanto possibile evitare i weekend. La salita è un po’ faticosa, ma sappiate che pagando un supplemento (10€ anzichè 8€) avete la possibilità si fare una parte del percorso in ascensore. Qui trovate gli orari di visita.

La vista dalla Cupola di San Pietro

Leggi anche: 4 location super instagrammabili di Roma

Bologna: Torre degli Asinelli

A Bologna ci sono andata in un giorno di nebbia e per prima cosa ho visitato la Torre degli Asinelli: un punto di vista spettacolare da cui vedere Bologna. Questa antichissima torre (finita di costruire nel 1119) è alta 97 metri. Nel corso del tempo ha subito diverse vicissitudini: fu colpita più volte da alcuni fulmini (nel 1824 venne finalmente instaurato un parafulmine), fu presa di mira varie volte da incendi e nel 1513 fu centrata inavvertitamente da una palla di cannone sparata da Porta Maggiore in occasione di alcuni festeggiamenti. Nonostante ciò la torre è sempre rimasta stabilmente in piedi e oggi è visitabile. La salita è piuttosto faticosa, perchè non essendoci l’ascensore va fatta a piedi. Qui si possono consultare gli orari di visita.

Italia dall'alto: in cima alla Torre degli Asinelli

Leggi anche: 9 cose da fotografare a Bologna

Trieste: Faro della Vittoria

Trieste è la città dove sono nata e cresciuta e dove ritorno spesso e volentieri. E’ una città di media grandezza, che grazie alla sua particolare posizione regala spesso scenari stupendi. Da un lato il mare e dall’altra le colline del Carso. Per farsi un’idea di com’è fatta si può salire in cima al Faro della Vittoria. La struttura costruita nel 1917 è alta 60 metri, ma è costruita su una collina quindi ha un’altezza di 115 metri sopra il livello del mare. La salita è agevolata dalla presenza di un ascensore. Attenzione però: è visitabile solo da aprile ad ottobre durante i weekend, mentre in inverno per motivi metereologici (spesso soffia la Bora, il famoso vento di Trieste) rimane chiusa. Sappiate che generalmente durante i primi weekend di apertura e durante quello di chiusura (periodo che coincide con la Barcolana) è quasi impossibile visitare il Faro per la presenza di troppe persone, mentre durante il resto del periodo non ci sono problemi.

In cima al Faro della Vittoria

Leggi anche: Trieste Nascosta

Milano: Terrazza del Duomo

Il Duomo di Milano rimane una delle opere architettoniche più affascinanti del nostro paese, perchè rappresenta uno dei pochi esempi di gotico in Italia. La visita alla terrazza del Duomo permette di passeggiare in mezzo alle guglie e agli archi e di ammirare Milano in tutta la sua bellezza. Sicuramente in inverno vi potrà capitare una giornata di nebbia intensa come è successo a me, ma questo renderà la visita ancora più suggestiva. Anche qui pagando un piccolo supplemento la salita si può fare in ascensore. Consultate gli orari qui.

Italia dall'alto: sulla terrazza del Duomo di Milano

La Torre Velasca vista dal Duomo di Milano

Leggi anche: i 10 luoghi più instagrammati di Milano

Pistoia: Campanile di San Zeno

Per me Pistoia è stata una scoperta. Ci sono stata la prima volta questa estate assieme al team di SeeCity e ho scoperto una splendida città con tutte le bellezze tipiche delle città toscane, ma senza la grande massa di turisti che caratterizzano i centri più famosi come Firenze e Pisa. Se vi va di scoprire qualcosa di più su questa città, vi invio a leggere l’articolo che ho scritto per il blog CCT dove racconto quali splendidi tesori nasconde Pistoia. Intanto se vi trovate da queste parti vi invito a visitare il Campanile della chiesa di San Zeno che si trova nella piazza principale della città per ammirare il bellissimo panorama a 360° di Pistoia. Nemmeno qui c’è l’ascensore, ma la salita non è particolarmente faticosa. La torre è alta 67 metri e conta appena 200 gradini (una passeggiata in confronto ai quasi 500 della Torre degli Asinelli!). Ecco qui gli orari di apertura.

Italia dall'alto: sul campanile della città di Pistoia

Leggi anche: Pistoia la città a strisce bianche e nere

Firenze: Campanile di Giotto

Rimaniamo in Toscana e questa volta a Firenze in cima al Campanile di Giotto, considerato il campanile più bello d’Italia. La struttura alta quasi 85 metri, con il suo rivestimento di marmi rossi, bianchi e verdi è l’opera incompiuta di Giotto che morì nel 1337 tre anni dopo l’inizio della costruzione dell’edificio, terminato poi nel 1359. L’eccezionale panorama che si gode dalla cima permette di avere una vista unica sulla Cupola di Brunelleschi che si trova poco distante e sul resto della città. Consiglio vivamente di prenotare il biglietto in anticipo, soprattutto durante il periodo estivo le code possono essere lunghissime.

Italia dall'alto: il Campanile di Giotto a Firenze

Leggi anche: tour alternativo di Firenze

Venezia: Campanile di San Marco

Per finire vi posto in una delle città più belle al mondo, oltre che una delle mie preferite. Mi ritengo molto fortunata ed essere nata a Trieste sopratutto perchè la breve distanza che la separa da Venezia mi ha permesso di poterla visitare innumerevoli volte. Ma solo di recente sono salita sul Campanile di Piazza San Marco. La vista su Venezia è ovviamente uno spettacolo unico e vi da la possibilità di ammirare dall’alto le cupole della Basilica di San Marco. Il Campanile ha origini molto antiche, infatti la sua prima costruzione risale al IX secolo. Nei secoli successivi subì numerosi rimaneggiamenti e modifiche. Quello che forse non sapete è che nel 1902 il Campanile venne seriamente danneggiato dal alcuni lavori di ristrutturazione della Basilica e il 14 luglio dello stesso anno crollò completamente, fortunatamente senza fare vittime (tranne sembra, il gatto del custode che viveva dentro la struttura). In seguito il Campanile venne eretto nuovamente uguale a prima. Qui trovate le informazioni per la visita.

Italia dall'alto: il campanile di San Marco a Venezia

Italia dall'alto: vista su Piazza San Marco a Venezia

Leggi anche: Liberia Acqua Alta a Venezia

Ps. Se ti piace questo post condividilo!
(Visited 511 times, 1 visits today)