La guida di Trastevere: cosa vedere e dove mangiare nel quartiere più bello di Roma

Trastevere è uno dei quartieri più belli di Roma. Io ci vengo tutte le volte che posso, perché mi piace da morire passeggiare lungo le sue vie di sanpietrini, camminare tra le case ricoperte di piante rampicanti, scoprire botteghe e luoghi nascosti. Trastevere è chiamata er core de Roma proprio perché qui ci si può immergere completamente nella vita romana più genuina. E’ vero che è un quartiere molto turistico, ma basta spostarsi dalle vie più battute per passeggiare in tranquillità e scoprire luoghi nascosti e meno conosciuti. Insomma se siete in vacanza a Roma, è una tappa obbligatoria.
Ma cosa vedere a Trastevere? Il quartiere è molto grande e le cose da vedere sono potenzialmente infinite. Quella che vi propongo è una mini guida di Trastevere del tutto personale, per vivere al meglio la vostra esperienza nel quartiere più bello di Roma.

Guida di Trastevere: informazioni utili

Trastevere è un quartiere centrale, nonostante questo non è collegato così bene come altre zone di Roma. Per esempio non esiste una fermata della metropolitana che porti direttamente lì. Quella più vicina è la stazione di Circo Massimo che dista circa 25 minuti a piedi. In alternativa ci sono molti autobus e tram (280, 23, 8, 3, ecc..) che portano nel cuore di Trastevere, anche se il servizio di trasporto pubblico è poco affidabile a Roma e i tempi di attesa possono essere lunghi.
Esiste anche la stazione di Roma Trastevere dove fermano alcuni treni regionali, ma a dirla tutta il nome è un po’ fuorviante. E’ vero che la stazione si trova in fondo a Viale Trastevere, ma ormai siamo in zona Monteverde, quindi ben lontani dal centro del quartiere.
E’ anche per questo motivo che se venite in vacanza a Roma, a mio parare Trastevere non è il luogo ideale dove soggiornare. Meglio scegliere una zona che abbia una stazione della metropolitana nelle vicinanze, semplificherete di molto la vostra permanenza a Roma.

Non fatevi ingannare dalle apparenze: Trastevere sembra un quartiere con molte strade pedonali, ma di fatto nessuna strada è pedonale al 100% e la maggior parte delle vie non ha il marciapiede. Pertanto fate attenzione, specialmente se siete in giro con bambini.

Se siete così coraggiosi da venire fin qui in macchina (la ricerca del parcheggio può costarvi anche un’ora di tempo!), dovete sapere che Trastevere è una zona a traffico limitato (per chi non possiede un permesso di accesso è chiusa nei giorni feriali dalle 6.30 alle 10 del mattino, mentre la sera dalle 21.30 alle 3.00 di venerdì e sabato e durante l’estate anche di mercoledì e giovedì). Troverete dei cartelli luminosi con le diciture varco attivo (indica che non si può entrare) e varco non attivo (indica che si può accedere).

Vicoli e luoghi caratteristici

Vicoli

Trastevere è un luogo che va vissuto a piedi. La cosa più bella da fare è passeggiare, guardarsi attorno ed esplorare il quartiere senza una meta precisa. Il periodo migliore è sicuramente quello primaverile-estivo, quando le caratteristiche piante rampicanti che ricoprono molti palazzi sono rigogliose e particolarmente spettacolari. Alcune delle vie più belle, che vedete nelle foto di seguito, sono:  Vicolo del Piede, Vicolo del Bologna, Vicolo Moroni, Via Titta Scarpetta, Via dell’Arco di San Calisto, Vicolo della Torre, Piazza Ponzani. Ma ovunque andrete a Trastevere troverete luoghi speciali tipo questi!

La guida di Trastevere: Vicolo Titta Scarpetta

La guida di Trastevere: Piazza Ponzani

Piazza Trilussa

Piazza Trilussa è un tipico luogo di ritrovo dei romani ed è particolarmente frequentata nelle ore serali.
Nel weekend ci sono alcune bancarelle che vendono dipinti e piccoli oggetti artigianali e spesso ci trovate artisti di strada e musicisti intenti ad intrattenere il pubblico di turisti che durante il giorno vengono qui a riposarsi dopo le lunghe passeggiate nel quartiere.

Lungotevere 

Piazza Trilussa si trova proprio davanti a Ponte Sisto, il luogo ideale da cui affacciarsi sul fiume e magari fare una passeggiata sul Lungotevere. Durante tutta l’estate sulla sponda del Tevere vengono allestiti gli stand che ospitano negozi, bar, ristoranti, spettacoli di musica e teatro. Ci troverete più o meno le solite cose che si trovano nelle manifestazioni estive di tutte le città: bancarelle che vendono collanine, sciarpe e fermagli per i capelli, bar che offrono cocktail un po’ cari, concerti dei generi più disparati (e non sempre particolarmente interessanti). Ma qualcosa da comprare in questi posti si trova sempre e passeggiare sul Lungotevere nel tardo pomeriggio è una cosa che non può mancare nel vostro itinerario.
La manifestazione sul Lungotevere si anima sopratutto si sera. Qui trovate il programma per seguire gli eventi.La guida di Trastevere: bancarelle estive sul Lungotevere

Poster art

Per chi non lo sapesse Roma è il tempio della poster art ed è soprattutto a Trastevere che questa arte urbana trova la sua massima espressione. La poster art consiste nell’attaccare sui muri un’opera di carta che sia dipinta, stampata o creata con stencil. Ne vedrete ovunque, ma sicuramente alcuni dei muri più belli si trovano nei dintorni di Piazza Santa Maria in Trastevere (nelle foto: Vicolo dei Moroni, Via della Paglia, Via della Lungaretta).

La guida di Trastevere: muro decorato con poster art in Via della Lungaretta

Luoghi da visitare

Chiostro e chiesa di San Cosimato

Di Piazza San Cosimato vi parlerò dettagliatamente più avanti. Per ora vi racconto di questo luogo nascosto, conosciuto da pochi, ma incredibilmente bello. Si tratta di un giardino, una chiesetta e due chiostri tutti facente parte di un antico monastero e oggi annessi all’Ospedale Nuovo Regina Margherita. L’entrata è su Piazza San Cosimato, da qui si accede ad un giardino dove si trova un’antica fontana in granito.

La guida di Trastevere: giardino nascosto vicino a Piazza San Cosimato

Davanti a voi trovate l’entrata della chiesetta di San Cosimato.

Mentre alla vostra destra c’è l’accesso al primo chiostro. Sono sicura che rimarrete stupiti da questo luogo, un po’ perchè difficilmente si può immaginare che si tratti di un ospedale e un po’ perché in questo periodo è un’esplosione di verde e fiori colorati. Il chiostro fu costruito nel 1260 e nel 1861 fu requisito dal comune che lo utilizzò come ospizio per anziani fino agli anni ’60 quando venne utilizzato come sede per alcuni reparti dell’ospedale di nuova costruzione.

La guida di Trastevere: veduta prospettica del chiostro di San Cosimato

La guida di Trastevere: piante in fiore nel Chiostro di San Cosimato

Una breve scalinata vi permette di accedere ad un secondo chiostro costruito durante il 1400 in occasione del completo restauro del monastero, che all’epoca risultava in stato di abbandono.

Basilica di Santa Maria in Trastevere

Nell’omonima piazza, c’è la Basilica di Santa Maria in Trastevere, il principale luogo di culto cattolico del quartiere. Vale la pena soffermarsi ad ammirare la facciata con i suoi mosaici dorati prima di entrare. Non sono stata molto fortunata quando l’ho visitata: la prima volta era in corso un funerale, la seconda un matrimonio! Sono entrata ugualmente, ma non ho avuto modo di scattare molte fotografie. Ma voi sarete sicuramente più fortunati di me e riuscirete a visitarla come si deve. Il soffitto in legno con intarsi e decorazioni dorate è sicuramente la parte più spettacolare.

La guida di Trastevere: esterno della Basilica di Santa Maria in TrastevereSoffitto ligneo della Basilica di Santa Maria in Trastevere

Casa Internazionale delle Donne

Tra le cose da vedere a Trastevere c’è anche la Casa Internazionale delle Donne che si trova su Via della Lungara. Al suo interno oltre ad esserci tutti i normali servizi che potete trovare in un luogo del genere, c’è un bistrò con tavolini all’aperto, una piccola area giochi per bambini, un orto e (motivo principale per cui ve la segnalo) una mostra permanente di fotografie sul movimento femminista a Roma.
Inoltre vengono spesso organizzati eventi di vario genere, dalle presentazioni di libri, ai concerti, alle proiezioni cinematografiche, quindi potete anche consultare il calendario degli eventi per vedere se trovate qualcosa di vostro interesse.
Io conosco molto bene questo posto perchè mio figlio Bernardo ha frequentato un piccolo asilo nido che ha sede proprio nello stesso complesso. Si chiama Azùcar e spesso propone laboratori e attività per i bambini da 0 a 10 anni. Se siete a Roma con i vostri figli potrebbe essere un buon modo per fargli passare un’ora di svago.

La guida di Trastevere: interno della Casa internazionale delle Donne a Trastevere

Orto Botanico

Anche l’Orto Botanico di Roma si trova su Via della Lungara a poca distanza dalla Casa delle Donne. E’ un posto davvero piacevole dove passare qualche ora della giornata. Un modo semplice per sfuggire al caos cittadino e rifugiarsi in un’oasi verde, ma senza spostarsi dal centro di Trastevere.
Potrete passeggiare in una vallata di palme, ammirare gli alberi centenari del bosco mediterraneo, rilassarvi nel piccolo giardino giapponese, guardare fiori, scoprire serre e, la mia parte preferita, camminare nella foresta di bambù.

La guida di Trastevere: serra francese all'orto botanico

La guida di Trastevere: la foresta di bambù all'Orto Botanico di Roma

L’Orto Botanico è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18.30 (in inverno è chiuso la domenica e segue l’orario ridotto con chiusura alle 17.30).

Museo di Roma in Trastevere

Si trova a Piazza Sant’Egidio ed è da tenere d’occhio perchè organizza mostre fotografiche molto interessanti. Io ad esempio ho visto la bellissima mostra dedicata a Vivian Maier e il World Press Photo di qualche anno fa. Potete consultare il programma delle mostre sul sito.

Cosa vedere a Trastevere: museo di Roma in Trastevere

Piazza San Cosimato

Ho deciso di dedicare uno spazio per questa parte di Trastevere che è diventata ormai il cuore pulsante del quartiere. Questa è una zona meno turistica, ma è il centro della vita quotidiana di molti romani.

Area giochi

Al centro della piazza c’è un parco giochi per i bambini all’interno del quale si organizzano varie attività che fanno capire quanto questa zona sia attiva.

C’è per esempio la bacheca per lo scambio dei libri (bisogna dire ormai un po’ rovinati) organizzata dalla vicina libreria Ottimomassimo e la raccolta di tappi di plastica per la costruzione di una casa famiglia in Mozambico.

Mercato rionale

C’è poi il mercato rionale che trovate tutte le mattine (tranne la domenica) dalle 6.30 alle 13.30. Qui si comprano soprattutto frutta e verdura, ma ci sono anche i banchi del pane, dei formaggi, della carne e del pesce.

La guida di Trastevere: banco di frutta e verdura al mercato rionale

Cinema in Piazza

Dall’ 1 giugno all’ 1 agosto dal mercoledì alla domenica ogni sera viene proiettato un film in piazza ad ingresso libero. Il progetto è portato avanti dai ragazzi del Cinema America e il programma è sempre molto ricco, con eventi speciali presentati da registi e attori e una serata a settimana dedicata i bambini. Le proiezioni iniziano alle 21.15. Qui potete consultare il programma.

Street art

Sul muro dell’Ospedale Nuovo Regina Margherita, c’è un’opera di street art che non passa inosservata. L’intera parete è ricoperta da occhi, grandi, piccoli, di tutte le dimensioni che scrutano i passanti. Il murales è di My Dog Sighs ed è stato realizzato all’interno di un progetto di riqualificazione urbana di alcuni strutture sanitarie.

Street art a Trastevere: il murales che raffigura occhi di diverse grandezze di My Dog Sight

Caffè, pasticcerie, street food, trattorie

Che cosa mangiare a Trastevere? Nella mia guida di Trastevere non poteva mancare una parte dedicata al cibo, anche perchè qui avete solo che l’imbarazzo della scelta: bar, caffè e trattorie di certo non mancano! Fate però attenzione ai posti più turistici dove spesso la qualità del cibo non è eccezionale. Di seguito vi segnalo i miei locali preferiti.

Bar San Calisto – Piazza San Calisto 3

Proprio dietro a Piazza Santa Maria in Trastevere, c’è un’altra piazzetta più piccola, meno turistica, dove si trova uno storico bar. Si tratta del Bar San Calisto, un’istituzione per i romani. Se cercate un posto genuino lo avete trovato. Questo bar è così dagli anni 70, non è cambiato di una virgola e lo testimonia anche la clientela: se vi fermate a bere un caffè, è probabile che incontrerete qualche gruppetto di anziani signori del quartiere, intenti a chiacchierare, a leggere il giornale o a giocare a carte.

La guida di Trastevere: facciata del Bar San Calisto

Latteria Trastevere – Vicolo della Scala 1

Un locale con un’offerta che copre tutta la giornata, dalla colazione al dopo cena. E’ particolarmente piacevole stare seduti ai tavolini nello spazio esterno, per questo ve lo consiglio sopratutto per un aperitivo serale.

Latteria Trastevere: cosa fare a Trastevere all'ora dell'aperitivo

Pasticceria Valzani – Via del Moro 37

Una cosa che amo sono i locali storici che si sono conservati nel tempo, se poi si tratta di pasticcerie, allora non posso fare a meno di entrare e assaggiare le loro specialità. La Pasticceria Valzani è uno di questi: aperta nel 1925, ha davvero il sapore di un luogo d’altri tempi. Specializzato in dolci romani come il Pangiallo, il Panpepato e il Mostacciolo, ma propone anche alcune specialità siciliane come i cannoli e la frutta di marzapane.La guida di Trastevere: insegna pasticceria Valzani

La guida di Trastevere: interno della Pasticceria Valzani

Inoltre in una delle sue vetrine è esposta un’insegna che non potevo proprio ignorare: qui si vende la vera Sacher Torte! Incuriosita da questa affermazione, non ho potuto fare a meno di comprarne una per verificare. Decisamente molto buona, anche se la vera Sacher si mangia solo a Vienna!

Pasticceria Le Levain – Via Luigi Santini 22

Le Levain non solo è la mia pasticceria preferita a Trastevere, ma con molta probabilità è la mia pasticceria preferita di tutta Roma!

Non solo pasticceria in realtà, ma anche boulangerie e gastronomia di stampo francese. Qui troverete croissant burrosi al punto giusto, torte e dolcetti da far perdere la testa, macaron fatti a regola d’arte e un assortimento di cibi salati per una pausa pranzo eccezionale.

La guida di Trastevere: dolci monoporzione Le Levain

La mia preferita in assoluto è la Tarte Citron (sia nella versione mignon che in quella maxi) ma qualsiasi scelta farete vi posso assicurare che non ve ne pentirete. Assolutamente da provare!La guida di Trastevere: Tarte Citron da Le Levain

Trapizzino – Piazza Trilussa 46

Da un po’ di anni a questa parte, lo street food romano per eccellenza è il trapizzino. Vi state chiedendo di cosa si tratti?

La guida di Trastevere: dove mangiare il trapizzino

Il trapizzino è l’incontro tra un tramezzino e una pizza ovvero un triangolo di pizza bianca, farcita di succulente pietanze romane. Cosa ci potete trovare dentro? Il pollo alla cacciatora (di gran lunga il mio preferito), le polpette al sugo, i carciofi alla romana, la parmigiana di melanzane, la coda alla vaccinara e molto altro.
Il trapizzino conta 5 punti vendita in tutta Roma, ma il prodotto ha avuto talmente tanto successo negli ultimi anni che sono sorti punti vendi in altre città italiane e uno pure a New York.

La guida di Trastevere: il Trapizzino con il pollo alla cacciatora

Trattorie: Enzo, Teo e Augusto

Ad ogni angolo di strada c’è una trattoria che propone cucina tradizionale romana, ovvero una cucina semplice, ma di qualità e dalle porzioni piuttosto abbondanti. Una delle più conosciute è la Trattoria da Enzo al 29 in via dei Vascellari 29. Il locale è piccolissimo, ci sono pochi posti fuori e pochi posti dentro, vi potrà capitare di aspettare un po’ prima di sedervi per mangiare, anche perchè non si accettano prenotazioni. Se volete assicurarvi un posto senza aspettare dovete venirci alle 12.30 per il pranzo e alle 19.30 per la cena. Il personale è particolarmente gentile e premuroso.

La guida di Trastevere: piatto di pasta all'amatriciana

Poco lontano da qui, in Piazza Ponziani, c’è la Trattoria da Teo, particolarmente piacevole in estate perchè si può mangiare all’esterno in questa piazzetta così tipicamente trasteverina. Vi segnalo ancora la Trattoria da Augusto, storico locale che si trova in Vicolo de’ Renzi 15. Anche qui è impossibile prenotare, se ci si vuole mangiare bisogna venirci il prima possibile per evitare le lunghe attese, ma ne vale la pena per una cena di cucina romana tradizionale.

 

Se ti piace questo post, condividilo!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.